T: 052 210 470

Informazioni

AVVERTENZA PER TUTTE LE INFRAZIONI COMMESSE DA VEICOLI CON TARGA ITALIANA NEL PERIODO DAL 01.01.2010

Per ciò che concerne le infrazioni commesse nel territorio del Comune di Pola accertate dalla Pula Parking d.o.o. su veicoli con targa italiana dal 01.01.2010 ad oggi, si comunica che è stato conferito espresso mandato al recupero dei crediti, all’avv. Mauro Corbo e, anche disgiuntamente, alla dottoressa Fabiana Fiorillo dello Studio Legale avv. Mauro Corbo di Pavia di Udine.

Il numero di protocollo indicato sia nelle lettere monitorie, sia nei bollettini pre-marcati (attraverso i quali è possibile ottemperare in via bonaria, per il tramite dello studio legale incaricato, al pagamento del dovuto) identifica l’Ordine di pagamento (Nalog) che corrisponde ad ognuna delle posizioni debitorie aperte.

Il credito trova il proprio fondamento nella normativa croata di riferimento, valida per tutte le infrazioni commesse dal 01.01.2010.

Nello specifico, ciò discende dalla “Decisione comunale relativa all’organizzazione del pagamento del corrispettivo per il parcheggio ed il controllo del parcheggio sui parcheggi pubblici” (pubblicata nel Bollettino ufficiale della Città di Pola n. 21/09 del 31.12.2009) che trova applicazione in ordine alla disciplina delle modalità di riscossione del corrispettivo per il parcheggio sul territorio della città di Pola e di cui si riporta estratto, anche in lingua italiana:

Articolo 4

Parcheggiando il veicolo su un parcheggio pubblico soggetto a pagamento, il conducente o il proprietario del veicolo conclude con il gestore del parcheggio un contratto sull’utilizzo del parcheggio pubblico a pagamento con l’uso della carta di parcheggio giornaliera (dnevna parkirna karta) ed accettando le condizioni generali del contratto sull’utilizzo dei parcheggi pubblici a pagamento, previsti da questa decisione. E’ esclusa la responsabilità del gestore del parcheggio per furti e danneggiamenti.

Articolo 6

Per l’utilizzo dei parcheggi pubblici a pagamento si usa la carta di parcheggio giornaliera (di seguito “carta giornaliera”) che si riferisce alla zona ed al periodo di tempo per il quale viene rilasciata, nonché’ ha validità dal momento del rilascio fino alla stessa ora del giorno successivo.

[...]

La carta giornaliera e l’ordine di pagamento della stessa vengono rilasciati dalla persona autorizzata dal gestore del parcheggio, la quale appone gli stessi sul parabrezza del veicolo sotto i tergicristalli oppure consegna i medesimi all’utente a richiesta. La consegna della carta giornaliera, come sopra descritto, si intende regolare ed il successive danneggiamento o distruzione della stessa non incidono sulla validità della consegna e non rinviano il pagamento della medesima.

Articolo 7.

L’utente del parcheggio pubblico a pagamento, che utilizza il parcheggio pubblico secondo il contratto sull’utilizzo del parcheggio di cui sopra, è tenuto a pagare la carta giornaliera entro 8 giorni dal giorno di rilascio della medesima, essendo, in caso contrario, tenuto a pagare anche le spese vive e gli interessi. Qualora non si provveda al pagamento di quanto precede, il gestore procederà con la riscossione forzata.

[...]

Articolo 8

L’utente del parcheggio tenuto al pagamento della carta giornaliera si intende il proprietario del veicolo iscritto negli appositi registri tenuti presso il Ministero dell’interno della Repubblica di Croazia, mentre ove ciò non sia possibile, il proprietario verrà accertato in altro modo.

Articolo 11

L’utente del parcheggio pubblico a pagamento con uso della carta oraria e la durata del parcheggio limitata nel tempo è tenuto a posizionare la carta oraria all’interno del veicolo in modo visibile. [...] E’, altresì, possibile effettuare il pagamento della carta oraria via sms.

[...]

Chi non provvede al pagamento nei modi sopra indicati o chi non dispone di una valida carta oraria concorda con il gestore del parcheggio un utilizzo giornaliero del parcheggio con l’obbligo di pagamento della carta giornaliera. […]”

Sulla base di ciò, secondo le norme dell’Ordinamento croato applicabili, la carta giornaliera ed il Nalog, ossia l’ordine di pagamento, sono il fondamento su cui è basato il diritto al recupero del credito.

I dati in essi contenuti sono in possesso della mandante Pula Parking d.o.o. e riguardano nello specifico: un codice (identificativo delle generalità della persona incaricata ad effettuare le verifiche sulla regolarità del parcheggio), la data e l’ora dell’infrazione (2 verifiche consecutive a distanza di almeno 10 minuti), la targa e modello del veicolo controllato, nonché la precisa zona di Pola in cui è avvenuta la stessa.

Sempre per le medesime infrazioni, il termine di prescrizione del credito è di cinque anni, come prescritto dall’art. 225 della Legge in materia di Obbligazioni (ZOO – n. n. 35/05, 41/08).

Le generalità del proprietario del veicolo interessato al momento dell’infrazione, invece, sono state estratte mediante una visura al Pubblico Registro Automobilistico italiano, che permette a chiunque ne abbia interesse di reperire tali informazioni sulla base dell’indicazione del numero di targa.

In mancanza di definizione bonaria attraverso il pagamento intimato per Nostro conto dallo Studio Legale incaricato, ogni pratica (identificata dal N. di Protocollo) sarà rimessa alla mandante Pula Parking d.o.o., la quale si riserverà ogni valutazione sul caso ed ogni eventuale azione legale per il recupero del credito attraverso gli strumenti previsti dall’Ordinamento croato ed avvalendosi, ovviamente, di professionisti autoctoni.

La direzione

Contatto

Pula Parking d.o.o.
Prilaz Kralja Salamona 4
HR-52100 Croazia

Tel.: +385 (0)52 210 470
Fax.: +385 (0)52 210 501

E-mail: info@pulaparking.hr

MB: 1892975
OIB: 92332318203
ŽR:
24020061100700599

Copyright © 2015. Pulaparking d.o.o. Sva prava pridržana. Web development: E-scape Internet usluge.